Avvistamenti di anomale creature alate in  Maryland (USA)

di Gabriele Zaffiri

Creature alate, chiamate “Snallygaster”, sembrano siano iniziate ad essere avvistate nei cieli americani  da quando iniziarono ad insediarsi i primi coloni europei emigrati in Pennsylvania. Secondo  numerosissimi testimoni oculari, lo  “Snallygaster” , parola che deriva dai termini tedeschi “schnell”, veloce, e “geist”, spirito, sarebbe una creatura volante, di enorme dimensioni. Emetterebbe un acutissimo stridìo, avrebbe enormi ali e un lungo becco affilato, artigli poderosi e, provvisto di un solo occhio posto in mezzo alla fronte, inoltre è privo di penne o piume. I coloni, per difendersi dalle sue scorribande, usavano solitamente disegnare una stella a sette punte sui tetti dei fienili e delle proprie case. Gli stati interessati furono: il Maryland, il New Jersey, il West Virginia e l’Ohio. Le maggiori notizie sulle sue apparizioni si riferiscono al 1909 e letti  sulle testate più famose dell’epoca come    “Frederick News Post”,  “Baltimore Sun”, sul “National Geographic” e sul “Time Magazine”. Sembra che in quel periodo lo “Snallygaster” iniziò ad essere avvistato nella Frederick County all’inizio del febbraio del 1909. Gli avvistamenti durarono per circa un mese, fino a quando l’interesse iniziale dei lettori non andò scomparendo ma, l’essere volante sembrava essere noncurante ed dovunque.  Addirittura nel New Jersey furono trovate alcune sue impronte sulla neve. Nei giornali dell’epoca   si legge   che la prima persona a vederlo fu un certo James Harding il quale riferì che lo Snallygaster emetteva mentre era in volo, uno stridente e lacerante stridìo. Addirittura alcuni pensarono che potesse trattarsi di un essere volante vampiro tant’è  che fu  ritrovato un uomo di colore, Bill Jefferson, completamente dissanguato e con la pelle incartapecorita. Il suo collo presentava un piccolo foro, forse il punto da dove l’essere volante avrebbe potuto aspirare tutto il suo sangue. Nel West Virginia lo Snallygaster avrebbe rapito addirittura una donna vicino a Scrabble, mentre su un granaio di un certo Alex Crow, nei pressi di Sharpsburg, vi depose un uovo.  Da quest’ultimo fatto, si deduce che lo Snallygaster è un essere oviparo,  e uomini del posto, riferiscono le cronache giornalistiche dell’epoca, lo raccolsero e cercarono in tutti i modi per  farlo schiudere, ma ogni sforzo risultò vano. Sir Harbaugh di Casstown, nell’Ohio, scrisse una lettera al quotidiano “Valley Register” all’inizio del 1909 affermando che una bestia simile l’aveva osservata mentre volava sulla sua proprietàe  e come  unica particolarità  il volatile aveva delle corna sulla testa e una coda lunga circa 6 metri. Sempre fonti giornalistiche dell’epoca,  riportarono che uno di questi esseri volanti sarebbe stato anche colpito nei pressi di Middletown e fu visto volare via in direzione di Burkittsville. Queste segnalazioni che stavano creando una vera e propria psicosi collettiva, fecero intervenire perfino il presidente Roosvelt il quale fece organizzare una spedizione per riuscire a catturare almeno un esemplare. Ne furono interessati anche lo “Smithsonian Institute” e l’FBI, che all’epoca si chiamava BOI,  “Bureau of Investigations”ma quali furono i risultati di tali indagini, ufficialmente nessuno lo sa. L’ultimo avvistamento  risale alla fine dello stesso anno, presso la contea di Frederick e fu proprio lì che  tre uomini si scontrarono con l’orrida bestia volante vicino ad una stazione ferroviaria.  Lottarono contro di essa per quasi un’ora e mezza prima di ricacciarlo nei vicini boschi della contea di Carroll, e da allora non si seppe più nulla fino al 1932, ossia ventitrè anno dopo.Gli avvistamenti di quest’ultimo periodo avvennero dalle Montagne del Sud, nella contea di Washington e  si ipotizzò che questo esemplare potesse essere stato un esemplare nato da un uovo deposto da uno Snallygaster che scorrazzava nei cieli nel 1909. Ma alcune domanda nascono  spontanee: forse lo Snallygaster non è originario di questo pianeta? Ovvero, potrebbe non appartenere ad  una forma di vita originaria del pianeta Terra? Ancora oggi il dilemma rimane.Nel novembre del 1932, due residenti della Valle di Middletown,  Charles F. Martin e Edward M.L.Lighter, mentre erano alla guida di un camion sulla National Pike, lo avvistarono in cielo mentre volava ad un’altezza di circa 10 metri e, riferiscono i resoconti dell’epoca,  che la creatura fu attratta dall’aroma di ben 2500 galloni di whisky di una vicina distilleria e qui, cadde dentro uno di quei pentoloni che stavano in ebollizione. Due agenti George Dansforth e Charles Cushwa, accorsi subito, lo videro cuocere nel tino in cui era caduto e poi lo fecero esplodere con 500 libbre di dinamite, distruggendo così i resti del mostro. Da allora lo Snallygaster non fu più avvistato, salvo una segnalazione avvenuta nel giugno del 1973, quando il presunto volatile  fu avvistato a ovest della contea di Baltimora. Dopo una diecina di avvistamenti avvenuti in due settimane, il “Washington Post” finanziò una battuta per i boschi, con unità cinofile, polizia di stato e addetti dello zoo ma la caccia non ebbe esito positivo, infatti del mostro non si trovò alcuna traccia, sembrava come se fosse scomparso nel nulla e da allora, non se ne è sentito più parlare. Alcuni hanno ipotizzato che si potesse trattare di  esperimenti condotti in qualche laboratorio segreto  e che avrebbe permesso di clonare il DNA di qualche uovo fossile di queste creature antidiluviane ma  uno o più esemplari creati però sarebbe fuggito. Questa è solo un’ ipotesi anche se è bene ricordare la massima che  a volte, la realtà supera la fantasia !